Luca, morto a 15 anni dopo avere mangiato sushi: la Procura apre un’inchiesta

L’adolescente si è sentito male dopo aver mangiato sushi in un ristorante con formula all you can eat, il 23 novembre. Circa 10 giorni dopo, il 2 dicembre, Luca è morto dopo una cura a base di antinfiammatori

Luca, morto a 15 anni dopo avere mangiato sushi: la Procura apre un’inchiesta. Indagini in corso  a Napoli sulla morte di Luca Piscopo, 15 anni, deceduto in circostanze ancora da chiarire. L’adolescente si è sentito male dopo aver mangiato sushi in un ristorante del quartiere Vomero, con formula all you can eat, il 23 novembre. Circa 10 giorni dopo, il 2 dicembre, Luca è morto dopo una cura a base di antinfiammatori.

“La famiglia ha sporto denuncia, la procura di Napoli ha apero un fascicolo su cui lavorano i pm Federica d’Amodio e Luigi Landolfi. Iscritti nel registro degli indagati il proprietario del ristorante etnico, di nazionalità cinese, e il medico di base di Luca, 61 anni, che aveva prescritto al 15enne la terapia domiciliare. Il reato contestato è quello di omicidio colposo”, spiega nei dettagli il nostro giornale partner Quotidiano.net.


In questo articolo: