Lo sfogo di un commerciante sardo: “Additato come positivo al Covid perchè ho avuto la pressione bassa”

Un semplice messaggio su Facebook, “ho la pressione bassa, apro più tardi”, porta Valentino Vadala, 37enne di Carbonia, a vivere ore da incubo: “Hanno chiamato le mie colleghe addirittura da Cagliari, chiedendo se fosse vera la mia positività al virus. Sono pronto a denunciare chi continuerà a diffamarmi con queste voci falsissime”

Ha avuto un calo di pressione e ha avvisato i suoi clienti con un post su Facebook: “Mi sono svegliato con la pressione molto bassa, vertigini che mi causano nausea. Appena recupero un po’ di forze vi avviso e corro subito al lavoro”. Un messaggio innocente, con tanto di foto del display del misuratore della pressione, quello postato da Valentino Vadala, 37enne di Carbonia, titolare di un’agenzia di scommesse. Poche righe che, però, sono bastate a scatenare quasi una “caccia all’untore”. Perchè? È lo stesso commerciante a raccontarlo a Casteddu Online: “Le mie dipendenti, che sono pure in ferie in questi giorni, hanno iniziato a ricevere telefonate di persone allarmate: tutti chiedevano se fosse vero che avessi dovuto tenere chiuso il negozio perchè ero positivo al Coronavirus. In un caso, addirittura, abbiamo ricevuto una chiamata da un nostro fornitore di Cagliari, tanto per far capire sin dove si sono sparse queste voci, ovviamente false”, spiega Vadala. “Alle 13 ho aperto l’attività, alcuni clienti sono venuti di persona per farmi la stessa domanda”.

Una situazione assurda, che il trentasettenne non riesce a spiegarsi: “Comprendo che col Covid serve la massima sicurezza, ma in questo caso si è trattato di un’ingiustificato allarmismo: avevo solo un po’ di pressione bassa, non penso di aver sbagliato a comunicarlo su Facebook”. Di sicuro, il negoziante è pronto a prendere subito tutte le contromisure del caso: “Se dovessi venire a sapere che qualcuno ha diffamato il mio nome o quello della mia attività lo denuncerò. Quanto si può essere ignoranti e stupidi?”.


In questo articolo: