“Libere di…VIVERE” fa tappa a Cagliari

Dal 24 al 26 settembre Il Lazzaretto in via Dei Navigatori 1 ospita una mostra-rassegna sulla parità di genere

Con il patrocinio del Comune, Global Thinking Foundation, organizzazione no profit per l’inclusione sociale e la parità di genere, dà il via alla nona tappa del tour 2021 della mostra – rassegna “Libere di…VIVERE”, che si terrà a Cagliari da venerdì 24 settembre sino a domenica 26. Durante la tre giorni, sarà possibile visitare la mostra dalle 10,30 alle 18,30 presso il Centro polifunzionale d’Arte e Cultura Il Lazzaretto in via Dei Navigatori 1. Per tutti coloro che non potranno visitare la mostra in loco, sarà possibile farlo in modalità virtuale, con un tour in 3D sul sito www.liberedivivere.com .

Due eventi faranno da cornice alla mostra nella giornata del 24 settembre: alle 11 si terrà l’evento dal titolo “Contrasto alla violenza economica e promozione del benessere sociale per l’inclusione finanziaria”, un momento che vuole essere di riflessione rispetto all’obiettivo di parità tra uomini e donne nel nostro Paese e alle misure necessarie per supportarlo. La tavola rotonda si aprirà con i saluti istituzionali di Paolo Truzzu, sindaco Cagliari, Stefano Barra, direttore sede di Cagliari Banca d’Italia, e Rita Dedola, assessora con delega alle Pari Opportunità Comune Cagliari. Interverranno Gavina Braccu, presidente Fipe-Confcommercio Olbia Gallura-Nord Sardegna, Simona Corongiu, Autorità Diritti e Pari Opportunità Regione Sardegna, Valeria Gangemi, referente Regione Sardegna Fondazione Marisa Bellisario, Luca Piras, Dipartimento Finanza Aziendale Università di Cagliari. Modererà Claudia Segre, presidente Global Thinking Foundation; alle 19,30 verrà messo in scena lo spettacolo teatrale “Puzzle – Donne A Pezzi” di e con Stefania Pascali e con la regia di Luigi Cilli (sarà possibile partecipare di persona fino a esaurimento posti). L’appuntamento si aprirà coi saluti istituzionali della consigliera Stefania Loi, presidente Commissione Pari Opportunità Comune di Cagliari, e Claudia Segre, presidente Global Thinking Foundation.

L’ingresso alla mostra e la partecipazione agli eventi sono gratuiti. Per partecipare agli eventi serali è necessario registrarsi al sito www.liberedivivere.com/tappe/ . È tuttavia possibile seguire lo streaming degli eventi anche su Facebook ( @Global Thinking Foundation ), Instagram ( @globalthinkingfoundation) e Youtube ( Global Thinking Foundation ).

La mostra tematica si compone di 3 aree che saranno rese disponibili anche in animazione 3D: le graphic novel originali sulle disuguaglianze di genere: le prime due dedicate ai temi della parità salariale e della prevenzione ai femminicidi, e le successive due dedicate alle vite di donne straordinarie che si sono battute per i temi di rispetto, diversità e inclusione; illustrazioni inedite: realizzate da giovani fumettiste/i sul tema della violenza economica; la rappresentazione di 5 eroine del fumetto, da Wonder Woman, Eva Kant, Mafalda fino a Valentina e Solange: un percorso storico dalla II Guerra Mondiale a oggi, attraverso la lettura delle cinque eroine e del messaggio sociale che si può trarre da un linguaggio a diffusione ampia e trasversale tra le generazioni, chiamate a identificarsi con nuove eroine di oggi attraverso il metodo AVD 1.0 .

Legata ai goals globali 4, 5 e 8 dell’Agenda 2030 dell’ONU, obiettivo della mostra è informare e sensibilizzare, soprattutto le nuove generazioni, sui temi della violenza economica che molte donne subiscono, spesso nell’indifferenza e nell’ignoranza della società civile. A tal fine l’utilizzo della letteratura disegnata per raccontare vicende di prevaricazione, anche all’interno della famiglia, può contribuire a un “cambio di visione”, a una maggiore consapevolezza, da parte dei giovani, di problematiche che costituiscono non solo un vulnus nei confronti delle donne ma anche un ritardo complessivo nell’economia di un Paese.

La mostra, con i suoi eventi e spettacoli, sarà l’occasione per raccontare un percorso culturale itinerante per la cittadinanza, le scuole e le famiglie che farà tappa nei prossimi mesi a Giovinazzo (BA) e Catanzaro, per terminare a Parigi il 22 novembre.


In questo articolo: