Leggere in carcere con papà: la Biblioteca Metropolitana sbarca a Uta

Nella struttura penitenziaria parte il programma ‘Nati per leggere’, che promuove la lettura ad alta voce tra detenuti e figli

Leggere assieme al proprio papà o alla propria mamma, anche dentro le mura del carcere. Il programma ‘Nati per leggere’ varca la soglia della Casa Circondariale Ettore Scalas di Uta, con l’obiettivo di promuovere la lettura come momento di crescita del bambino e della relazione tra genitore e figlio, anche in situazioni di difficoltà.
L’iniziativa, promossa dal Sistema Bibliotecario di Monte Claro della Città Metropolitana di Cagliari, è stata presentata ieri pomeriggio nella biblioteca dell’istituto penitenziario. All’evento hanno preso parte una decina di detenuti con le loro famiglie, il direttore e gli educatori del carcere, una pediatra e alcuni addetti  della Biblioteca Metropolitana.
L’inedito incontro ha preso il via con la lettura di una filastrocca e di una storia per bambini, seguita dalla presentazione del programma ‘Nati per leggere’, l’iniziativa pedagogica che da 20 anni promuove la lettura ad alta voce rivolta ai bambini, in particolare fino ai 6 anni, come strumento volto a instaurare un rapporto emozionale tra adulto e bambino. La pediatra ha poi illustrato le evidenze scientifiche dei benefici della lettura nello sviluppo cerebrale dei più piccoli e nell’instaurazione di una maggiore affettività tra genitori e figli. I bambini presenti – di diverse fasce d’età – sono stati intrattenuti dalle bibliotecarie con letture ad alta voce, mentre negli incontri successivi a leggere i libri saranno i genitori. Il primo dei quattro appuntamenti in programma si terrà il 2 dicembre prossimo.
Non è la prima volta che un programma di lettura varca la soglia di una struttura carceraria, ma è la prima volta in cui coinvolge oltre al detenuto anche il suo nucleo familiare, in un clima di armonia. La Città Metropolitana di Cagliari ringrazia la direzione della Casa Circondariale di Uta per la grande attenzione e professionalità dimostrata verso il progetto.


In questo articolo: