Lavoro in Sardegna, pioggia di soldi dalla Regione per le imprese artigiane: “Così potranno assumere apprendisti”

Otto milioni di euro da parte dell’assessorato regionale del Turismo, ecco i bandi per poter assumere apprendisti artigiani in tutta la Sardegna. Gianni Chessa: “È un settore fondamentale per l’economia di tutta l’Isola”

Approvate le direttive per la pubblicazione del nuovo bando relativo agli incentivi per le assunzioni di apprendisti artigiani previsti dalla legge regionale 12 del 2001. Su indicazione dell’assessore regionale del Turismo Gianni Chessa, ieri la Giunta ha approvato la modifica delle direttive e dei criteri di attuazione della legge che nel corso degli anni ha consentito di erogare incentivi in regime de minimis a favore delle imprese iscritte all’albo che hanno effettuato assunzioni con regolare contratto  di apprendistato. Gli stanziamenti iscritti nella legge finanziaria 48 del 2018 per le annualità 2019-2020-2021 consentono di portare a regime l’intervento con la pubblicazione di specifici bandi relativi alle assunzioni di apprendisti per ogni annualità dal 2013 in poi.

Relativamente alle annualità 2019-20-21, lo stanziamento di risorse già previsto è pari a 2 milioni per l’anno 2019, tre milioni per il 2020 e altre tre milioni per il 2021. La modifica richiesta dall’assessorato guidato da Chessa consente ora di procedere alla pubblicazione del bando relativamente alle assunzioni effettuate nel 2013 e dei bandi per gli anni successivi. “Le imprese artigiane sono un segmento fondamentale della nostra economia. Incentivare le assunzioni, partendo dall’apprendistato, è un segnale di attenzione che questo assessorato e questa Giunta vogliono dare”, ha detto l’assessore Chessa.