L’affondo contro il PD della viceministra Alessandra Todde: a Carbonia alleati con la destra di Solinas e Oppi

“Dal Movimento 5 Stelle una scelta di campo chiara, i dem hanno preferito andare con chi sono all’opposizione in regione”, accusa la Todde, parlando di alleanze politiche in vista delle prossime elezioni amministrative e citando il caso della cittadina del Sulcis a Grosseto durante il tour elettorale con Giuseppe Conte.

“In Sardegna si voterà a Carbonia, il M5S ha fatto una scelta di campo: è riuscito a costruire un’alleanza con Articolo Uno, i socialisti, il PCI, Sinistra Italiana e Rossomori, ispirata ai valori e alle politiche progressiste, in maniera non ambigua, rappresentando la vera alternativa regionale alle forze conservatrici e alle alleanze trasversali con le destre nascoste dietro le liste civiche”. Così la viceministra al Mise, Alessandra Todde, a proposito delle alleanze in vista delle elezioni comunali nella città del sud ovest della Sardegna. Alleanza da cui resta fuori il partito democratico. “Purtroppo, in questa operazione, il Pd ha voluto seguire una strada diversa alleandosi con il partito del governatore Solinas – nonostante siano all’opposizione in Regione – e l’Udc di Giorgio Oppi. Il Movimento si conferma forza libera, audace e vicina all’esigenze delle persone”, conclude Todde.


In questo articolo: