La variante Delta preoccupa, Sardegna seconda regione italiana per maggiore diffusione: 2,9%

I casi scoperti nell’Isola sono pochi, ma sufficienti a balzare quasi in testa alla poco felice classifica: la media nazionale, infatti, è dell’1%

La Sardegna è la seconda regione italiana dove, stando ai dati della Fondazione Gimbe, sta circolando di più la variante Delta del Coronavirus, notoriamente più contagiosa rispetto a quella inglese. Per l’Isola i casi sono pochi ma pesanti, l’ultimo è stato scoperto su un membro dello staff che sta realizzando il sequel del film Disney “La Sirenetta”, e presto i casi potrebbero aumentare. Intanto, proprio come sottolineato dalla fondazione e riportato anche dal nostro giornale partner Quotidiano.net, “secondo l’ultima indagine di prevalenza delle varianti pubblicata dall’Istituto superiore di sanità il 18 maggio – la variante Delta (più contagiosa di circa il 60% rispetto alla variante inglese) è all’1% con differenze regionali e un range che va dallo 0 al 3,4%: in particolare, la diffusione maggiore si registra in Lazio (3,4%), Sardegna (2,9%) e Lombardia (2,5%).”.

 

Insomma, l’Isola ottiene al momento un poco confortante secondo posto per la maggior diffusione della variante. Nei prossimi giorni, dai laboratori dell’Ats, arriveranno i risultati sui tamponi effettuati, tra gli altri, anche agli altri componenti della troupe cinematografica e alle persone che sono entrate in contatto col positivo alla variante Delta. La speranza è che si possa trattare di “semplici” casi Covid.


In questo articolo: