La prima immagine di un buco nero

Il progetto Event Horizon Telescope ha puntato otto radiotelescopi situati in varie città del mondo verso il Sagittario A*. Uno degli obiettivi è verificare se la teoria relatività di Einstein sia corretta

Le immagini, mai viste prima d’ora, di un buco nero: è lo straordinario successo scientifico promesso da un gruppo di scienziati internazionali.

Il progetto, Event Horizon Telescope, riunisce una rete di telescopi sparsi su tutta la Terra che vuole raggiungere la risoluzione necessaria a “fotografare” l’orizzonte degli eventi di uno dei buchi neri più vicini alla Terra.

Il consorzio di scienziati per anni ha lavorato all’impresa e i risultati segneranno una pietra miliare nell’astrofisica, che potrebbe confermare ma anche smentire alcune delle principali teorie che sono alla base della nostra comprensione del cosmo, compresa la teoria della relatività di Albert Einstein. CONTINUA A LEGGERE SU AGI.IT