La pianista Silvia Corda in concerto sabato a San Sperate

XVII edizione del Festival D’Autunno

Il XVII Festival D’Autunno prosegue sabato 20 dicembre con il concerto della eclettica pianista Silvia Corda con inizio alle ore 20:30 presso il Teatro della Scuola Civica di Musica di San Sperate. La rassegna si colloca all’interno del progetto “Back to Bech” finalizzato alla raccolta fondi per il restauro del pianoforte a coda Bechstein donato alla Scuola Civica di San Sperate. Continueranno, inoltre, l’esposizione della mostra fotografica di Roberto Aymerich dedicata al jazz in Sardegna e il laboratorio di animazione musicale per il più piccoli.

IL CONCERTO  Durante la serata verranno eseguite musiche tratte dal repertorio di di John Cage (Suite per Toy piano) e Chick Corea (Children Songs) e gli “Anniversaries” di Leonard Bernstein, oltre che una serie di composizioni originali dell’artista.
 
L’ARTISTA – Silvia Corda è una pianista e compositrice poliedrica, legata a linguaggi differenti che strizzano l’occhio all’improvvisazione, partendo dal jazz, fino a progetti più radicali che mischiano scrittura e improvvisazione. Non manca, inoltre, nell’attività dell’artista sarda un’attenta attività legata alla composizione e all’esecuzione di musica contemporanea e delle avanguardie del ‘900.

LA MOSTRA – Dalle 19 sarà possibile visitare la mostra fotografica dal titolo “Il Jazz in Sardegna. Il segno di Roberto Aymerich”, allestita nei locali della scuola e nell’Aula Teatro. La mostra sarà aperta gratuitamente ogni sabato fino al 27 dicembre (orario di apertura dalle 18:30 alle 20:30). Una delle caratteristiche principali delle foto di Roberto Aymerich è rappresentata dal colore: una scelta differente rispetto a chi rappresenta il jazz in bianco e nero e sfumature di grigio fumoso. Nelle sue foto il colore diventa cifra stilistica, dando corpo alla foto rendendola plastica e focalizzandone riflessi e particolari di visi e strumenti. Il risultato è un’estrema realisticità: i musicisti e gli strumenti musicali appaiono talmente veri che sembrano quasi balzare fuori dai pannelli. Le scenografie che fanno da sfondo al concerto, inoltre, sono spesso proposte in chiave artistica, come componente del momento musicale immortalato. L’esposizione offre una  scatti che rappresentano l’evoluzione della fotografia nel jazz: un evoluzione nell’uso del colore e del digitale che evidenzia come la tecnologia si può piegare al calore che emana l’imprvvisazione di un concerto di musica jazz.

EVENTI COLLATERALI – In occasione del XVII Festival d’Autunno, verrà allestito un laboratorio di animazione musicale per i più piccoli che si terrà nell’Aula 1 a partire dalle 20:30 sino a fine dei concerti. Il laboratorio sarà curato da Sara Caria, maestro preparatore del piccolo coro di San Sperate e sarà basato sull’apprendimento delle 7 note attraverso il racconto di una fiaba musicale.
 
Il singolo spettacolo avrà il costo unitario di 10€.

Back to Bech è un progetto realizzato con la collaborazione di: Associazione Sardegna 2050Cooperativa Musica SardegnaConservatorio di musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di CagliariAssociazione Unasp Acli – Cagliari

CROWDFUNDING – La campagna, organizzata in collaborazione con Sardegna 2050, prevede la possibilità di offrire il proprio sostegno economico all’iniziativa di restauro del pianoforte Bechstain tramite la pagina dedicata: Un Pianoforte per la Civica sul sito internet retedeldono.it

CD BACK TO BECH – E’ un CD musicale che ospita 12 brani donati al progetto da sei artisti e compositori residenti in Sardegna: Paolo CarrusSilvia CordaBattista GiordanoStefano GuzzettiRomeo Scaccia e Irma Toudjan. Il singolo CD sarà venduto al prezzo unitario di 10 euro e sarà offerto come ricompensa a fronte di un contributo liberale al progetto di crowdfunding.