La Lega sarda contro il premier: “Tassare merendine e biglietti aerei? Conte direttore di un teatro tragicomico”

La Lega sarda contro il premier: “Tassare merendine e biglietti aerei? Conte direttore di un teatro tragicomico”. Dario Giagoni, vice commissario della Lega in Sardegna, va all’attacco: “Il premier Conte da mostra di non disprezzare le proposte avanzate dal ministro dell’istruzione, Fioramonti, circa la tassazione di merendine, bibite gasate e l’incremento di un euro e cinquanta sui biglietti aerei, dichiarandole praticabili. Tali affermazioni non sono certo passate inosservate nel mondo della politica “Il governo Conte bis ci è stato professato dagli stessi protagonisti come unica scialuppa di salvataggio possibile per il nostro Paese, se però idee da mettere in campo per farlo sono di questo calibro direi che questa scialuppa è più simile a una zattera di fortuna!”, afferma ancora il leghista Dario Giagoni. “Parlare di un ulteriore rincaro dei voli aerei in un momento nel quale si cerca in tutti i modi soluzioni per garantire l’esatto opposto mi pare quanto meno assurdo. Ancor più assurdo per gli abitanti della nostra isola, testimoni delle difficoltà che da sempre ci attanagliano quando abbiamo necessità di viaggiare oltre il confine regionale o ancora reduci da una stagione turistica non certamente florida anche a causa di costi dei biglietti aerei eccessivi. Tassare poi le merendine beh farebbe sorridere se non fosse che equivale a tassare ulteriormente le famiglie italiane e che potrebbe avere gravi ripercussioni sul mercato del settore vending- prosegue il Capogruppo- quando il neo insediato governo avrà terminato fantomatiche crociate contro scie chimiche e quant’altro sarà sempre troppo tardi per il bene del nostro Paese, un Paese per il quale proseguiamo con convinzione e veemenza a domandare: elezioni subito!”.


In questo articolo: