Innocente dopo 33 anni di prigione, l’odissea di Beniamino Zuncheddu diventa un film: “Zustissia”

Le riprese al via in Sardegna nel 2025. Sarà ripercorsa tutta la storia del pastore di Sinnai finito in carcere, ingiustamente, per oltre tre decenni: tutti i dettagli.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Palomar e Lisa Nur Sultan sono attualmente impegnati nella realizzazione di un film ispirato alla straordinaria vicenda giudiziaria di Beniamino Zuncheddu, un pastore sardo le cui tre decadi di esistenza sono state ingiustamente sottratte da una sentenza errata. Accanto a lui, l’avvocato Mauro Trogu ha combattuto con tenacia per conseguire la sua assoluzione, un’epopea legata a sacrifici, lotte e colpi di scena raccontata nel recente memoir “Io sono innocente”, pubblicato da De Agostini. La battaglia per la verità Nel memoir “Io sono innocente”, l’avvocato Mauro Trogu ripercorre con rigore e passione gli otto anni di lotta che hanno preceduto la revisione del processo di Beniamino Zuncheddu. Questo libro, le cui prerogative sono state acquisite da Palomar, si pone come testimone dell’impegno profuso per riabilitare un innocente e restituirgli una vita che il sistema giudiziario gli ha ingiustamente negato. Il progetto cinematografico Il film, scritto da Lisa Nur Sultan e Niccolò Gentili, verrà girato in Sardegna nel 2025 e si prospetta come un’opera d’impegno civile e di denuncia sociale. A breve sarà annunciato un regista di rilievo che saprà dare voce e corpo alla profondità emotiva di una storia segnata dall’ingiustizia, dall’amicizia e dall’amore per la verità e per la terra sarda, teatro di una vicenda che ha commosso e mobilizzato un intero Paese.
 Il film “Zustissia” si configura quindi come un progetto cinematografico che va oltre l’intrattenimento, proponendosi come strumento di sensibilizzazione e denuncia di un’ingiustizia subita da un uomo comune. Oltre alla narrazione della battaglia legale e umana di Beniamino Zuncheddu e Mauro Trogu, il film esplorerà il tema dell’ingiustizia giudiziaria e dell’amore per la verità, incastonando il tutto nelle suggestive e selvagge terre sarde che hanno visto consumarsi questa drammatica vicenda di vita e sventura.