Innaffiano 45 piante di marijuana in un canneto, due giovani di Settimo San Pietro nei guai

Sono stati sorpresi dai carabinieri mentre si stavano prendendo cura delle piante, alte un metro e mezzo: un 34enne e un 35enne in manette

Sono stati sorpresi dai carabinieri della stazione di Sinnai mentre, in un canneto vicino a via Montessori a Settimo San Pietro, stavano innaffiando 45 piante di cannabis, tutte alte un metro e mezzo. Due giovani, un 34enne e un trentacinquenne, sono stati arrestati per coltivazione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I militari, oltre alle piante di marijuana, hanno sequestrato anche materiale vario per la loro irrigazione. Gli arrestati sono finiti ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida prevista per la mattinata odierna. Le prime verifiche legate alla quantità di principio attivo presente nelle infiorescenze delle piante hanno dimostrato che il Thc è ampiamente superiore a quello previsto dalle normative vigenti, ed in ogni caso quella piantagione era completamente sconosciuta alle autorità e clandestina.


In questo articolo: