Infopoint chiusi, il Comune cerca una ditta per gestire il servizio

La gara da 270 mila euro verrà bandita nei prossimi giorni

Infopoint chiusi, dal Comune di Cagliari un bando da 270 mila euro per affidare il servizio a una ditta esterna per i prossimi due anni. Intanto i punti di informazione turistica in città si sono ridotti da cinque a uno, quello del Palazzo civico di via Roma, che la cooperativa sociale “Cellarius” gestirà fino a fine anno. Dal primo gennaio partirà il nuovo servizio turistico: a gestirlo l’impresa che si aggiudicherà l’appalto.

“La gestione dell’attività mediante cantiere comunale – si legge nella determina dirigenziale con cui il Comune approva l’impegno di spesa – attuata per diversi anni, ha comportato, a causa dell’insufficienza delle risorse, l’avvio di cantieri di durata inferiore all’anno solare e la conseguente necessità di procedere ogni volta all’attività propedeutica di formazione e orientamento del personale. Per questo è necessario superare il sistema del progetto attuato con cantiere comunale, sostituendolo con l’affidamento del servizio a ditta esterna per 24 mesi, in modo da garantire un’adeguata continuità al servizio”.

Requisiti richiesti. Innanzitutto il servizio verrà affidato a un’impresa qualificata che proporrà l’offerta con il prezzo più basso, regolarmente iscritta al Registro delle Imprese presso la competente Camera di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato o, per le ditte straniere, residenti negli Stati membri dell’Unione Europea, in uno dei competenti registri professionali o commerciali dello Stato di appartenenza. Deve avere conseguito negli ultimi tre esercizi finanziari (2011, 2012, 2013) un fatturato globale non inferiore a 300 mila euro. Ma anche aver gestito nell’ultimo triennio, per un periodo non inferiore a due anni anche non continuativi, presso una realtà pubblica o privata, servizi di orientamento analoghi, per un importo complessivo non inferiore a 200 mila euro. Inoltre,  per partecipare alla gara, le ditte dovranno presentare a corredo dell’offerta, una garanzia pari al 2% dell’importo posto a base di gara. Nella foto l’infopoint chiuso di piazza Costituzione.


In questo articolo: