Inaugurato il Festival Internazionale di Musica di Cagliari: 200 i musicisti

Stamattina la cerimonia

Con un benvenuto a tutti gli allievi in inglese, francese, giapponese, polacco oltre che italiano si è tenuta stamattina, nell’Aula Magna del Conservatorio Pierluigi da Palestrina di Cagliari la cerimonia inaugurale della XIII edizione dell’Accademia Internazionale di Musica di Cagliari. La manifestazione porta in Sardegna i grandi della musica classica contemporanea e 200 talenti da tutto il mondo per i corsi di alto perfezionamento. Un’occasione per i giovani di studiare con veri maestri e aprirsi verso le realtà internazionali. “Questa è un’edizione speciale – dichiara Cristian Marcia, concertista e direttore artistico – perché, dopo dodici anni di lavoro per dare una concreta possibilità di crescita ai giovani talenti della musica, è arrivato il riconoscimento dell’Unesco. La tredicesima volta dell’Accademia si apre perciò nel migliore dei modi, con duecento musicisti e tanti grandi maestri ed esecutori della musica classica”.

I celebri artisti e docenti dell’Accademia – tra cui un violinista del calibro di Pierre Amoyal, la storia vivente della viola Gerard Caussé, il pregevole pianista Jean-Marc Luisada, il violoncellista di fama mondiale Marc Coppey, l’eccellenza del clarinetto con contratto alla Sony Fabio di Casola, il pluripremiato pianista italiano Fabio Bidini, il virtuoso del corno Hervé Joulain, il grande barocchista Olivier Baumont e lo straordinario pedagogo del pianoforte Jacques Rouvier, si esibiscono nei concerti di venerdì 30 agosto e sabato 31 agosto, alle ore 21 al Teatro Lirico. Di scena il barocco con Bach, il romanticismo con Frank e Albeniz e il classicismo con Haydn e Boccherini.

Anche gli allievi affronteranno il pubblico con i propri strumenti, sotto la guida vigile dei maestri, nei concerti del 2 e 3 settembre (alle 17, all’Auditorium del Conservatorio). Elisabetta Porrà, direttrice del Conservatorio, sottolinea: “Questo evento è la dimostrazione di quanto, seppure con sforzo, sia importante dare risposte esaustive e quanto sia fondamentale rimettere in moto un cammino di coraggioso rinnovamento”. Le aule del Conservatorio sono popolate ora dai talenti provenienti da Giappone, Australia, Corea, Francia, Spagna, Polonia, Germania, Cina, Iran, Giordania, Irlanda, Italia e altri Paesi. “Nonostante il nostro contemporaneo sia pieno di turbamento, il clima che si genera in Accademia è di una positività contagiosa: Cagliari sta ospitando persone che hanno preso la valigia e fatto anche diciotto ore di viaggio per venire qua. Dobbiamo riscoprire quest’entusiasmo e noi ci impegniamo a dimostrare che i sogni sono realmente possibili anche per tanti giovani sardi”, afferma Gianluca Marcia, presidente dell’associazione Sardegna in musica, da cui nel 2001 è nata l’Accademia. Plaude il lavoro svolto sinora il vicesindaco del Comune di Cagliari, Paola Piras: “La crescita della manifestazione è stata quasi naturale e l’elemento di forza sta nel fatto che, silenziosamente, ha saputo diventare sempre più coinvolgente”. Parla di un “percorso straordinario” Renato Tomasi di Sardegna Promozione e aggiunge: “Questo appuntamento con la musica che sa valorizzare una serie di aspetti culturali, enogastronomici e turistici, sta diventando patrimonio non solo dell’Accademia ma della Regione”. Dopo la cerimonia l’attività di formazione è normalmente proseguita nelle diverse aule e, grazie alla formula “Porte aperte in Accademia”, gli appassionati e i curiosi che richiedono il pass possono assistere liberamente alle lezioni. In programma anche altre esecuzioni dei giovani con gli “Aperitivi musicali”, alle 18 al “Villanova Cafè Bistrot” di via Sulis (tutti i giorni tranne venerdì, sabato e il 2 e 3 settembre). Stasera il primo appuntamento, con Ji-Young Lee (flauto) e Walter Agus (piano). Nello spazio di via Sulis è già allestita e visitabile la mostra fotografica “La Sardegna, la Musica, Voyaje dell’Unesco intorno alle eccellenze sarde” con le istantanee di Mario Lastretti, Francesco Caredda, Cyril Bailleul e Caroline Deloffre.

Domani sera, martedì 27 agosto, sempre in via Sulis e sempre alle 18, il secondo degli Aperitivi musicali con le esecuzione del violinista Pietro Ferra e del pianista Walter Agus. La manifestazione, supportata dalla Regione Autonoma della Sardegna, dal Comune di Cagliari e dalla Provincia di Cagliari, conta sulla co-produzione della Fondazione Teatro Lirico di Cagliari e del Conservatorio cagliaritano.


In questo articolo: