“Il vacanziere emiliano ha ragione: noi sardi diamo pochi servizi, abbiamo paura che il turismo ci rubi qualcosa”

Dopo la riflessione del turista emiliano che ieri parlava di sardi senza cultura del turismo, la risposta del giovane Giacomo Pasqualino di Carbonia: “Il sardo medio chi è? E’ quel sardo che pensa che un turista quando viene in vacanza e spende i suoi risparmi di un anno intero è come se gli stesse rubando qualcosa di suo. Ci chiediamo ancora il perché il turismo in Sardegna non va come dovrebbe…”

In merito al vostro articolo del turista che sostiene che in Sardegna non ci sia turismo e troppa improvvisazione, pubblico il mio sfogo. Il sardo medio chi è? E’ quel sardo che pensa che un turista quando viene in vacanza e spende i suoi risparmi di un anno intero è come se gli stesse rubando qualcosa di suo. Ci chiediamo ancora il perché il turismo in Sardegna non va come dovrebbe, ci chiediamo perché non ci sono servizi all’avanguardia ed abbiamo ancora il pensiero che il turismo sia qualcosa al di fuori del nostro essere. Da sardo mi sento amareggiato di fronte a tutto ciò, abbiamo il mare più bello del mondo, ma non basta il mare ci vogliono i servizi, e nei servizi pecchiamo.

Giacomo Pasqualino, Carbonia


In questo articolo: