“Il successo di Fratelli d’Italia è merito di Giorgia e del progetto di un gruppo di matti visionari”

Il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu rivendica il ruolo di “socio fondatore” del partito e si dice pronto a collaborare con il governo “nell’interesse dei cittadini e dei sardi”. Eppure proprio a Cagliari città nei collegi uninominali alla Camera e al Senato i candidati di centrosinistra hanno preso più voti degli avversari di centrodestra, che hanno poi vinto con i voti dell’intera città metropolitana

Nonostante il risultato di Cagliari città non abbia premiato i primi due anni e mezzo del suo mandato, hanno vinto infatti entrambi i candidati del centrosinistra all’uninominale di Camera e Senato poi sconfitti con la somma dei voti della città metropolitana, il sindaco Paolo Truzzu festeggia e ricorda, come già aveva fatto dal palco del comizio di piazza del Carmine il 2 settembre, la strada che ha portato al risultato di ieri. Rivendicando il ruolo di “socio fondatore” del partito. “Il successo di Fratelli d’Italia è in primis merito di Giorgia Meloni, del suo coraggio, della sua visione e della sua coerenza. Probabilmente sarà il primo presidente donna del consiglio. Per me, per i ragazzi della mia generazione, una soddisfazione immensa”, scrive Truzzu sui suoi social. “Fratelli d’Italia, il partito che ho contribuito a fondare con alcuni “matti” visionari, è la prima forza politica della nazione. Siamo arrivati fin qui con il duro lavoro, la serietà e l’impegno. Viviamo giorni di euforia, che ho piacere di condividere con tutti coloro che con me hanno contribuito a fondare Fratelli d’Italia e con tutti coloro che ci hanno dato fiducia. Ho anche la consapevolezza – sottolinea ancora il sindaco – che ognuno di noi ha una grande responsabilità, perché non sarà per niente facile. E so pure che per governare e risolvere i problemi degli italiani non servono litigi, ma concretezza e un rafforzamento della coalizione. Per la mia amministrazione – conclude – sarà un piacere collaborare con il governo Meloni nell’interesse dei cittadini cagliaritani e sardi”.

 

Sfumata la candidatura in parlamento, era fra i papabili sin dalla prima ora, per Truzzu si potrebbe ora profilare un incarico all’interno del governo, probabilmente come sottosegretario, anche se lui ha sempre detto di non avere alcuna intenzione di lasciare la guida di Cagliari e, anzi, di volersi ricandidare.


In questo articolo: