Il “cafone dal cuore d’oro” di Sestu, giocattoli rotti e abiti abbandonati fuori dalla Caritas

Vestiti, giochi mezzo sfasciati e addirittura un girello, nuovo di zecca, lasciati davanti alla porta della Caritas. La rabbia della sindaca Paola Secci: “Caro incivile dal cuore d’oro, qualcuno ti ha visto e stiamo indagando: presto ti beccherai una multa da seicento euro”

No, non è uno scherzo. Gli incivili, ormai, sembra che non conoscano più limiti. A Sestu, fuori dalla sede della Caritas cittadina, qualcuno ha “ben pensato” di ammassare, abbandonandoli, alcuni maxi bustoni neri pieni “di giocattoli mezzo scassati e abiti”. Bastava suonare il campanello e chiedere se quegli oggetti potessero essere utili per qualche famiglia povera. Invece no: il “caddozzo” di turno non ha alzato il dito per premere il citofono, ma le ha utilizzate tutte e dieci per disfarsi dei bustoni. A pubblicare la foto su Facebook è la sindaca di Sestu, Paola Secci: “Caro cuore d’oro grazie per i doni che hai destinato ai tuoi fratelli meno fortunati. Forse avresti fatto bene a consegnarli ai volontari del centro Caritas o direttamente agli interessati. Non hai visto che a fianco alla croce ci sono anche altri due cartelli? E adesso che facciamo? Suggerimenti?”. In realtà, la sindaca ha già in mente cosa fare.

Contattata da Casteddu Online, spiega infatti che “qualcuno ha visto la persona mentre stava abbandonando la roba, e tra i sacchi abbiamo trovato degli ‘indizi’ che ci hanno già messo sulla buona strada. Presto riceverà una multa che può arrivare benissimo a seicento euro. Assurdo, tra tutti quegli oggetti c’era pure un girello per bambino nuovo di zecca”.


In questo articolo: