Il 2 e 3 maggio riapre al pubblico l’ex carcere di Buoncammino

L’iniziativa del FAI

Sono stati 30.000 i Sardi che, il 21 e 22 marzo, hanno visitato il “gigante” che dal colle di San Lorenzo guarda gli stagni, il mare, il Campidano, i Sette Fratelli, i monti delle Barbagie. Cittadini e cittadine che grazie al Fondo Ambiente Italiano e alla sua XXIII Edizione delle Giornate FAI di Primavera hanno partecipato ad un grande evento di restituzione di un luogo da sempre fulcro di Cagliari. 


La Presidenza FAI Sardegna, la Delegazione FAI di Cagliari, il FAI Giovani Cagliari hanno organizzato con l’Amministrazione penitenziaria la riapertura dell’ex Carcere di Buoncammino, per dare la possibilità sabato 2 e domenica 3 maggio a chiunque abbia la volontà, il desiderio o la curiosità di capire con gli occhi cosa custodiscano quelle alte mura. I visitatori, per due giorni, dalle 10:00 alle 20:00, potranno seguire un percorso che si snoda lungo il braccio destro della struttura e avranno a disposizione, per potersi orientare oltre agli studenti e ai volontari, una mappa con legenda  che riproduce i percorsi dei detenuti attraverso la struttura.


La formula è la stessa delle Giornate FAI di Primavera: l’ingresso è libero, non vi sono biglietti, ma chi vorrà potrà lasciare una piccola donazione e collaborare alle attività e alla missione del  sodalizio. Chiunque si potrà iscrivere e partecipare dall’interno alle tante attività  del Fondo Ambiente Italiano.
Durante l’apertura il 2 maggio nell’ambito del Progetto Il Primo Miglio nel Reparto Destro di Buoncammino ci saranno eventi inerenti la vita carceraria e il ruolo delle grandi fabbriche architettoniche detentive. Al mattino alle 9:30: Michel Foucault: Istituzioni totali e comunità ospitanti; nel secondo pomeriggio alle 18:00 Progetti di inserimento e recuperoSi allestiranno stand dove è possibile acquistare i prodotti delle colonie penali dell’isola. Nel cortile ci sarà anche un box Nuove strade per Buoncammino in cui chi vorrà potrà lasciare la sua idea sull’utilizzo futuro della struttura.