Guerra ai topi a Cagliari: via alle derattizzazioni, occhio al veleno

Gli abitanti delle case circostanti dovranno evitare di danneggiare o sottrarre postazioni di distribuzione del veleno, toccare, manomettere o asportare il prodotto, introdurre animali domestici liberi o sprovvisti di museruola e abbandonare qualsiasi rifiuto lungo il perimetro delle strade. L’intervento giovedì 21 novembre dalle 8,30 alle 12,30. Ecco dove

Gli operatori del Servizio Antinsetti della ProService effettueranno, giovedì 21 novembre dalle 8,30 alle 12,30, un intervento di derattizzazione presso le vie: Milano (civ. n.54, 99), Piazza Firenze (civ. n.5-6), Gianturco (civ. n.21), vico II S. Eusebio e Macerata (civ. n.1) in corrispondenza delle pertinenze pubbliche.

Durante l’intervento gli abitanti delle case circostanti dovranno evitare di danneggiare o sottrarre postazioni di distribuzione del prodotto, toccare, manomettere o asportare il prodotto, introdurre animali domestici liberi e/o sprovvisti di museruola, abbandonare qualsiasi rifiuto lungo il perimetro delle strade all’interno delle aree pubbliche o private interessate dall’intervento.

I titolari di tutti gli esercizi, aziende ricettive dove si svolge l’attività di deposito, produzione, commercio e somministrazione di prodotti alimentare hanno l’obbligo di effettuare adeguati interventi di lotta integrata volta a prevenire e impedire la presenza di ratti.

L’apertura di nuovi cantieri edili di medie e grandi dimensioni deve essere preceduta, a carico della Ditta esecutrice dei lavori, da un’adeguata azione preventiva di derattizzazione che deve essere ripetuta annualmente e per tutta la durata del cantiere, con almeno due interventi effettuati nel periodo invernale.
In ambito urbano, i proprietari o affittuari di immobili e/o terreni devono provvedere ad una loro adeguata manutenzione in modo da impedire l’accesso ai ratti  e la conseguente formazione di focolai d’infezione.

 


In questo articolo: