Green pass sui pullman, le verifiche sui passeggeri? Le faranno le Forze dell’ordine e i controllori

Dal 6 dicembre senza la certificazione verde non si potrà viaggiare nemmeno sulla metro, il Viminale chiama a raccolta poliziotti, carabinieri ma anche i controllori dei biglietti. Impossibile controllare tutti i passeggeri, verifiche più stringenti soprattutto i weekend e nelle zone della movida

Le verifiche sul green pass dei passeggeri che, dal sei dicembre prossimo, viaggeranno su bus e su metropolitana? Dovranno essere fatte soprattutto dalle Forze dell’ordine, quindi entreranno in azione poliziotti, carabinieri e agenti della Municipale ma, stando all’ultima circolare del Viminale, sul trasporto pubblico locale sarà “decisivo il “contributo degli enti gestori, in particolare attraverso il proprio personale addetto alle verifiche, in possesso della qualifica di incaricato di pubblico servizio”. Quindi, gli stessi controllori dei biglietti potranno chiedere a chi si trova a bordo dei mezzi di esibire anche il green pass “base”. Impossibile, ovviamente, poter eseguire verifiche su ogni singolo passeggero e su ogni pullman.

 

Ecco perché, salvo sorprese dell’ultimo minuto, i controlli saranno davvero fatti a campione, soprattutto in determinati giorni e zone delle città: dal Governo pensano a un’intensificazione delle verifiche nei fine settimana di dicembre e gennaio e, in particolar modo, nelle zone della movida.


In questo articolo: