Giornata della Memoria, teatro e momenti di riflessione a Pula

In occasione della ricorrenza della Giornata della Memoria, dedicata alla commemorazione delle vittime dell’Olocausto e della Shoah, l’assessorato alla cultura promuove una serie di eventi dedicati agli studenti delle scuole del territorio e a tutti i cittadini

Pula – In occasione della ricorrenza della Giornata della Memoria, dedicata alla commemorazione delle vittime dell’Olocausto e della Shoah, l’assessorato alla cultura promuove una serie di eventi dedicati agli studenti delle scuole del territorio e a tutti i cittadini.

Non si può e non si deve dimenticare l’orrore che ha coinvolto e caratterizzato gli anni dal 1933 al 1945. Una persecuzione da parte dello Stato che ha portato all’assassinio di sei milioni di ebrei europei ad opera del regime nazista tedesco, dei suoi alleati e dei suoi collaboratori. Un accanimento che si è compiuto in tutta l’Europa e che, generazione dopo generazione, deve essere tramandato il ricordo e la consapevolezza, soprattutto, di quanta malvagità e crudeltà si racchiude dentro la parola Olocausto.

A tal fine il 24 gennaio, presso il teatro “Maria Carta”, andrà in scena lo spettacolo “Storia di un uomo magro” dell’attore-regista Paolo Floris, tratto dal libro di Giacomo Mameli “La ghianda è una ciliegia”.

“Storia di un uomo magro” racconta la storia di Vittorio Palmas, originario di Perdasdefogu, internato nel lager nazista di Bergen Belsen che scampò al forno crematorio poiché pesava 2 chili in più rispetto ai 35 che decretavano l’inappellabile sentenza di condanna a morte.

Il 26 gennaio, invece, alle ore 18:00, presso la biblioteca comunale, lo scrittore Paolo Montaldo e la scrittrice Claudia Musio si confronteranno con il Gruppo di Lettura sulla verità storica della Shoah.

Inoltre dal 23 al 31, sempre presso la biblioteca comunale, “potrete consultare e prendere in prestito libri e dvd in cui vengono affrontate tematiche connesse alla drammatica storia della Shoah – spiega il sindaco Walter Cabasino – ringraziamo l’assessora Manuela Serra che si sta occupando di coordinare tutte le attività in programma, “Gli Amici Biblioteca Pula”, la dirigente dell’Istituto comprensivo, Francesca Cellamare, la dirigente dell’Istituto Azuni di Pula, Jessica Cappai, e tutti i docenti dei due ordini di scuola”.

Una sinergia di forze, insomma, per portare avanti il lavoro della memoria, del ricordo e della volontà che una disgrazia così abnorme non accada mai più.

 

 


In questo articolo: