Giocattoli non sicuri, a Olbia scatta il sequestro dei peluche ispirati a “Squid Games”: il reato è di frode in commercio

Per l’esercente è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria che va da un minimo di 1.500 a un massimo di 10.000 euro.

Giocattoli non sicuri, a Olbia scatta il sequestro dei peluche ispirati a “Squid Games”: il reato è di frode in commercio.

In applicazione del Protocollo d’Intesa siglato in data 23 luglio 2020 da ADM e Comune di Olbia, finalizzato all’accertamento di violazioni in materia di diritti di proprietà intellettuale e in materia di sicurezza dei prodotti, i funzionari ADM di Sassari operanti presso la SOT di Olbia, congiuntamente agli operatori del Nucleo Annona e Polizia Commerciale del Comando di Polizia Locale di Olbia, hanno effettuato un’operazione antifrode presso un punto vendita ubicato nella città di Olbia che ha portato al sequestro, per la prima volta in Italia, di pupazzetti e gadgets ispirati alla nota serie Netflix “SQUID GAMES”, oltre ad altri giocattoli, sprovvisti della marcatura CE e privi di etichettatura identificativa e delle necessarie avvertenze in violazione delle normative in materia di sicurezza dei giocattoli.

Nello specifico 78 pezzi tra i quali anche i famosi “POP IT” (antistress per bambini fatti di plastica morbida colorata) risultati non conformi agli standard di sicurezza e sprovvisti della marcatura CE, sono stati sottoposti a sequestro amministrativo ai sensi dell’art. 13 Legge n. 689/81. Per l’esercente è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria che va da un minimo di 1.500 a un massimo di 10.000 euro.

Per 38 articoli recanti marcatura CE non conforme, tra i quali anche n. 20 peluches raffiguranti i noti personaggi “SQUID GAMES”, è stata fatta segnalazione all’Autorità Giudiziaria per ipotesi di reato di cui all’art. 515 c.p. per frode in commercio e per uso di prodotti con segni non conformi, nella misura in cui la marcatura CE (China Export) risulta tale da ingenerare nel consumatore l’erronea convinzione che il simbolo CE indichi la conformità dei prodotti allo standard europeo.

Presso l’Ufficio ADM di Sassari sono in corso ulteriori accertamenti per eventuali violazioni in materia di diritti di proprietà intellettuale.

L’azione congiunta di ADM e Polizia Locale testimonia ancora una volta l’attenzione costante riposta a tutela dei consumatori nel garantire che le merci importate siano conformi agli standard di sicurezza dell’Unione Europea con particolare riguardo ai giocattoli destinati ai bambini.


In questo articolo: