Un tubo abusivo per rubare l’acqua: nei guai un giovane a Jerzu

L’allaccio abusivo è stato rimosso, dal controllo è emerso che l’uomo non aveva mai stipulato un contratto con Abbanoa: denunciato per furto d’acqua

Furbetto dell’acqua, scoperto a Jerzu. Prosegue la lotta ai danni della rete idrica di Abbanoa da parte dei carabinieri. Un trentenne ogliastrino è accusato di aver sottratto fraudolentemente acqua dalla rete pubblica. Non aveva infatti mai pagato nessun corrispettivo in denaro al suo gestore.  Nel corso dell’ispezione, i carabinieri della stazione locale con il personale di Abbanoa, nel cassonetto metallico, contenente le tubature pubbliche che si collegano a quelle del privato, hanno trovato un tubo in gomma, collocato al posto del rilevatore d’acqua, che permetteva di approvvigionare direttamente l’abitazione senza registrarne i consumi.

L’allaccio, palesemente abusivo alla rete idrica, è stato rimosso e posto sotto sequestro in attesa del giudizio direttissimo. Dai controlli è anche emerso che il proprietario dell’abitazione non aveva stipulato alcun contratto con la società gestore dell’impianto idrico. Al momento non è dato quantificare il volume idrico sottratto impropriamente al gestore idrico, le dovute verifiche sono in corso da parte degli operai che hanno posto i sigilli alla conduttura. L’uomo è stato denunciato.