Foto agghiaccianti su Whatsapp dopo l’incidente di Siliqua, la famiglia denuncia i pirati dei social

Il dramma dopo l’incidente nel quale ha perso la vita Roberto Melis: la famiglia presenta denuncia contro una assurda, inquietante e inqualificabile catena fatta circolare su Whatsapp, raffigurante foto macabre delle persone coinvolte nel drammatico schianto. “Vorremmo lasciassero in pace mio cugino che riposa in pace, e un amico caro che combatte tra la vita e la morte, non hanno rispetto per questi due poveri ragazzi ed il resto della famiglia”

Foto agghiaccianti su Whatsapp dopo l’incidente di Siliqua, la famiglia denuncia i pirati dei social. Il dramma dopo l’incidente nel quale ha perso la vita Roberto Melis: la famiglia presenta denuncia contro una assurda, inquietante e inqualificabile catena fatta circolare su Whatsapp, raffigurante foto macabre delle persone coinvolte nel drammatico schianto e del corpo senza vita. La famiglia, che ha contattato Casteddu Online tramite la cugina della vittima, si è rivolta alle forze dell’ordine per segnalare una vicenda a dir poco squallida: qualcuno ha fatto girare sui telefonini foto raccapriccianti, che offendono la memoria della vittima e del ferito.

Su Fb anche Angelo Melis, il fratello del ragazzo deceduto, ha fatto scattare l’allarme, chiedendo lo stop alla sequenza di immagini choc sulle quali ora indagherà la Polizia Postale. “Vorremmo lasciassero in pace mio cugino che riposa in pace, e Davide un amico caro che combatte tra la vita e la morte, non hanno rispetto per questi due poveri ragazzi ed il resto della famiglia”, le parole allarmate di Elisa F., la cugina della vittima rilasciate in una lunga testimonianza rilasciata a Casteddu Online. Una vicenda inquietante che dimostra quanto l’insensibilità purtroppo corra spesso sui social network: ora i responsabili rischiano pesanti sanzioni. Nella foto generica la statale 130, dove è avvenuto l’incidente nei giorni scorsi.


In questo articolo: