“Follia sul volo Cagliari-Milano, venti tifosi del MIlan ci hanno tenuto in ostaggio per un’ora”

Urla e minacce prima e dopo il volo dal capoluogo sardo a quello milanese. La testimonianza di un passeggero: “Un’ora e mezzo di ritardo per colpa di venti persone, all’arrivo a Malpensa hanno continuato con gli insulti. Un incubo”.

Un viaggio da incubo, con tanto di ritardo di un’ora e mezza sulla tabella di marcia e molti momenti di tensione. Un nostro lettore, A.M., 29 anni, racconta una situazione decisamente folle, avvenuta a bordo del volo Easyjet di ieri, domenica 21 gennaio, da Cagliari a Milano Malpensa: “Una ventina di tifosi hanno iniziato a urlare tra loro, senza sedersi ai loro posti. È dovuta intervenire la sicurezza, un poliziotto è salito a bordo dell’aereo parlando con un tizio che dovrebbe essere il capogruppo. Il poliziotto gli ha detto che il pilota non voleva decollare, solo allora tutto il gruppo si è calmato”.
“Una volta arrivati a Milano, dentro il pulmino che collegava l’aereo con gli arrivi, i tifosi hanno continuato a insultarci e minacciarci. Hanno addirittura insultato una signora. Nessun controllo e nessun aiuto, una vergogna che dimostra l’assenza dello Stato nei momenti critici. È assurdo che, per colpa di venti imbecilli, tante persone per bene siano state tenute ostaggio, per oltre un’ora, a bordo di un aereo”.


In questo articolo: