Fluminimaggiore, una banda di anziani gestiva il market dello spaccio: in manette un 80enne e due complici con quasi un kg di droga

Si tratta di 3 cittadini italiani, tutti residenti in quel centro, rispettivamente di 80, 65 e 56 anni: a dispetto dell’età, come evidente anche dai precedenti specifici in banca dati, i tre hanno dato vita ad una attività di spaccio in favore di ragazzi della zona del litorale. Sequestrato quasi un kg di droga

Iglesias, una banda di anziani gestiva il market dello spaccio: in manette un 80enne con due complici. I militari della Compagnia di Iglesias, dalle ore 05:30 di oggi, hanno operato delle perquisizioni nel comune di Fluminimaggiore volte alla repressione del traffico delle sostanze stupefacente: al termine delle operazioni venivano tratti in arresto 3 soggetti e sequestrato quasi un kg di droga.

Si tratta di 3 cittadini italiani, tutti residenti in quel centro, rispettivamente di 80, 65 e 56 anni: a dispetto dell’età, come evidente anche dai precedenti specifici in banca dati, i tre hanno dato vita ad una attività di spaccio in favore di ragazzi della zona del litorale compresa tra Buggerru e Fluminimaggiore. La cessione dello stupefacente rappresentava per gli arrestati (eccezion fatta per l’80enne che percepisce una pensione, ancorché minima) l’unica forma di sostentamento economico ed è stato proprio da questo dato e dall’analisi delle pregresse vicende penali, che le informazioni raccolte dalla Stazione Carabinieri di Fluminimaggiore hanno portato al risultato odierno.

Ai Carabinieri del luogo infatti erano giunte già diverse segnalazioni di movimenti anomali: in particolar modo risultava quantomeno sospetto il continuo viavai di ragazzi presso l’abitazione dell’80enne: proprio dalla perquisizione domiciliare a casa dell’uomo, effettuata grazia anche all’ausilio di una unità cinofila dei Carabinieri di Cagliari, ha permesso di rinvenire e sequestrare oltre 600gr di marijuana, già imbustata e pronta alla ripartizione in dosi. L’ottuagenario aveva in caso tutto l’occorrente per l’attività di spaccio, compresa una macchina per il sottovuoto che ha confermato una qualificata struttura organizzativa. Anche a casa degli altri due arrestati sono state operate le perquisizioni con i cani che hanno consentito di rinvenire e porre sotto il vincolo del sequestro altra marijuana, eroina e metadone detenuto senza la prevista prescrizione. Al termine delle operazioni, estese su 4 obiettivi contemporaneamente e con un impiego di militari giunti in supporto da più comuni dell’iglesiente, i tre uomini, con l’accusa di concorso in detenzione di stupefacente ai fini di spaccio, sono stati dichiarati in stato di arresto e trasferiti presso il Tribunale di Cagliari.


In questo articolo: