Ex Marino, futuro da hotel: “Cagliari sempre più turistica dal centro alla spiaggia”

Camere che affacciano direttamente sulla sabbia del lungomare Poetto, il futuro dell’ex Marino è segnato. La vicesindaca Luisanna Marras: “È un monumento, chi vincerà il bando non potrà abbatterlo ma riqualificarlo”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

C’è la svolta – che sembra essere quella definitiva, dopo anni di ingarbugliamenti – per il futuro del rudere dell’ex Marino. No a una struttura sanitaria, sì a un hotel, con il privato che dovrà riqualificare con molta attenzione quello che è, a tutti gli effetti, “un monumento super vincolato, sarà utilizzato in chiave turistica ma nel totale rispetto della sua storia”, spiega la vicesindaca di Cagliari, Luisanna Marras. “Si ricomincia dall’inizio ma saremo rapidi nel modificare lo strumento urbanistico”, cioè la variante che consente di realizzare un albergo in riva al mare, “poi spetta alla Regione fare il bando e individuare la società privata”.
E il lungomare Poetto – almeno nei chilometri cagliaritani – si prepara quindi a cambiare volto. “Un atto coerente con ciò che stiamo facendo sia nel lungomare sia in città. Restituiremo”, promette la Marras, “a quello che è un monumento magnifico, pur nella sua attuale rovina, una destinazione d’uso importante”. Cioè il primo hotel che poggia le fondamenta sulla sabbia della storica “spiaggia dei Centomila”.