Rischio elezioni a ottobre a Cagliari, no dei Riformatori: “Si voti subito”

“Noi siamo assolutamente contrari ad un provvedimento che prolunghi l’agonia di una città in perenne campagna elettorale, per le scelte egoistiche del proprio ex Sindaco. La città è alla deriva da mesi, senza un Bilancio, senza un controllo dei suoi servizi più importanti”

“Da notizie di stampa si apprende della ipotesi di rinviare le elezioni comunali di Cagliari ad ottobre: il gruppo dei Riformatori in consiglio comunale esprime tutta la propria preoccupazione di fronte ad una tale iniziativa”, così Giorgio Angius e Raffaele Onnis, consiglieri comunali di Cagliari.

“Noi siamo assolutamente contrari ad un provvedimento che prolunghi l’agonia di una città in perenne campagna elettorale, per le scelte egoistiche del proprio ex Sindaco.

La città è alla deriva da mesi, senza un Bilancio, senza un controllo dei suoi servizi più importanti. La triste eredità della Giunta Zedda è una città senza speranza e senza immagine, senza nessun progetto di identità per il futuro, dove gli anziani sono il  triplo dei giovani e l’emigrazione giovanile è in continuo aumento.

I Riformatori sono convinti che non si possa più perdere neppure un giorno: dobbiamo al più presto voltare pagina per ridare alla nostra città un Sindaco che pensi agli interessi della comunità e non alla sua carriera, con una Giunta competente e capace ed un Consiglio autorevole”.


In questo articolo: