Eccola, la statale 554 bis: riapre dopo i lavori la strada vergogna

Reportage nella statale appena riaperta al traffico, anche se solo in parte

Sembrava la strada della vergogna, quella perennemente sotto i riflettori dei media dopo il cedimento strutturale avvenuto a metà marzo, sul quale la Procura di Cagliari aveva aperto due inchieste. La bretella è una soluzione temporanea, mentre occorrerà ancora attendere per la riapertura definitiva della strada. Riapre così la Statale 554 bis, almeno in parte. L’Anas ha comunicato all’Assessorato regionale dei Lavori pubblici che quest’oggi aprirà la bretella, che serve per superare il “tappo” dovuto al crollo dell’asfalto; terminate dunque le opere provvisorie al km 3,100 che consentono il transito dei veicoli ad una corsia per senso di marcia.

 

LE NOVITA’. Riaperta al traffico la strada statale 554 dal km 0,000 al km 6,500 nel territorio comunale di Quartucciu, in provincia di Cagliari. Il tratto era stato chiuso lo scorso 13 marzo 2015 a causa di un fenomeno franoso. Con la conclusione delle opere provvisorie al km 3,100 il traffico sarà predisposto temporaneamente ad una corsia per senso di marcia. Il provvedimento prevede la chiusura della carreggiata destra in direzione Cagliari-Terra Mala e la deviazione del flusso veicolare sulla carreggiata opposta predisposta a doppio senso di circolazione. Saranno interdetti al transito i veicoli di peso superiore alle 7,5 tonnellate. Dopo l`avvio dei lavori di ripristino il tratto era stato posto sotto sequestro lo scorso 19 giugno dopo il ritrovamento di modeste quantità di conglomerato bituminoso utilizzate nell`ambito dei lavori di ricostruzione del rilevato stradale eseguiti nel 2011.

 

I RETROSCENA. I lavori erano poi ripresi il 12 agosto dopo la notifica del dissequestro delle aree da parte della Procura di Cagliari che aveva permesso il riavvio delle lavorazioni dopo aver accertato l`assenza di sostanze pericolose. Nel dettaglio le lavorazioni hanno riguardato lo scavo del rilevato esistente con abbassamento della quota del piano viabile, il ripristino della fondazione stradale con geo griglia di rinforzo, e successivamente la realizzazione della pavimentazione in conglomerato bituminoso. E` stata inoltre completata l`installazione del sistema di monitoraggio del tratto stradale che permetterà di riscontrare eventuali movimenti della frana, al fine di garantire la sicurezza dei clienti stradali in caso anomalie nei movimenti rilevati. Nel frattempo è stato completato il progetto dei lavori di ripristino definitivo della strada che prevedono la realizzazione di un sistema di trincee drenanti per l`interruzione della superficie di scivolamento sottostante il piano di appoggio del rilevato, ed un`opera di sostegno al piede realizzata mediante pali profondi di grosso diametro. Il bando di gara d`appalto sarà pubblicato entro la fine del mese di settembre. (Alessandro Congia preprod.castedduonline.localmente.it )

 


In questo articolo: