Dolianova, cresce l’ansia per i fratelli scomparsi: trovate tracce di sangue

Battuta tutta la zona delle campagne di Funtana Pirastu, nessuna traccia di Davide e Massimiliano Mirabello. Macchie di sangue fuori dalla loro casa, la sorella: “Li cercheremo anche di notte”

Sono state trovate delle tracce di sangue fuori dalla casa dei due fratelli calabresi scomparsi da Dolianova da domenica pomeriggio. È questa l’ultima novità emersa al termine di una lunga giornata di ricerche da parte di carabinieri e Protezione Civile. Non filtra nessun’altra notizia dagli ambienti investigativi. Anche la procura si è messa in moto. Di Davide e Massimiliano Mirabello, però, nemmeno l’ombra. I due sono come stati inghiottiti in un buco nero da oltre due giorni, gettando nella disperazione i loro parenti. Entrambi braccianti agricoli, si sono trasferirti nell’Isola da qualche anno. Domenica sono scomparsi insieme alla loro auto, una Volkswagen Polo blu: in serata, tanti abitanti di Dolianova hanno assistito a un grande via vai, tra carro attrezzi e auto dei militari. A un certo punto si era sparsa la voce, attualmente non confermata, del ritrovamento della macchina dei fratelli. Qualche novità arriverà, probabilmente, nella mattina di domani. Intanto, i familiari del 36enne e del 40enne non si danno pace.

 

La sorella Eleonora, insieme ad altri parenti, sta girando per tutto il paese per cercare qualunque traccia utile: “Hanmo trovato tracce di sangue e hanno messo delle transenne intorno all’abitazione. È notte ma abbiamo deciso comunque di cercarli, non vogliamo arrenderci. Chiunque abbia notizie utili ci contatti, anche in forma anonima, al +393921489497”.