Doccia fredda per Zedda: il Poetto ora perde anche il Gay Pride

Scippata la manifestazione a Cagliari: il Movimento omosessuale sardo dirotta su Alghero e porterà nella Riviera del Corallo turisti provenienti da ogni parte d’Europa  

Cagliari perde anche il Gay Pride: la manifestazione questa estate si svolgerà ad Alghero. Dopo due anni consecutivi al Poetto, arriva la “beffa” per Massimo Zedda e l’assessore Puggioni, che avevano invece promesso la manifestazione nazionale del Gay Pride. L’annuncio è stato dato dal Mos, Movimento omosessuale sardo, che ha già preso accordi con la Fondazione Meta e punta a dirottare subito tutto il turismo gay in direzione della Riviera del Corallo.  E ospiterà anche visitatori di Barcellona, Amsterdam, Berlino, Parigi, Bruxelles, insomma di tutta Europa. Uno “scippo” insomma da parte dei sassaresi verso Cagliari, che perderà dunque una delle manifestazioni più seguite dell’estate, che aveva dato grandi segni di apertura in una città come Cagliari che durante la gestione Floris non aveva mai autorizzato manifestazioni di questo tipo.  Il Mos chiede anche al nuovo governatore della Regione che verrà eletto domenica di dare il patrocinio regionale al Gay Pride sardo. 


In questo articolo: