Crisi Air Italy, nasce maxi gruppo su Facebook: “La compagnia aerea ce la facciamo noi”

La compagnia sardo-qatariota in liquidazione e punto di domanda sulla continuità territoriale. Su Fb via a una raccolta fondi decisamente “curiosa” per realizzare una compagnia di bandiera sarda: già oltre 13mila membri

Un’iniziativa decisamente “curiosa” e, ovviamente, irrealizzabile. Tant’è: la grossa “fame” di sicurezza dei sardi per quanto riguarda i trasporti aerei ha portato qualcuno a creare un gruppo Facebook dal titolo “Ora la compagnia aerea ce la facciamo noi!”. La foto principale è un aereo con scritto, sulla livrea, la parola Sardinia: e, quando ci si iscrive (il gruppo è comunque pubblico) viene esplicitamente chiesto se, nel caso il progetto dovesse acquisire notorietà, si sia disposti a contribuire con un’offerta. Gli iscritti sono già oltre tredicimila, e il gruppo è nato da pochi giorni, quasi in contemporanea con il caos di Air Italy. Una situaizone incandescente e 1450 dipendenti sul baratro del licenziamento. Una vicenda alla quale si aggiunge quella dell’incertezza legata alla continuità territoriale.

 

E allora, sognare di poter realizzare una compagnia area tutta sarda col metodo della “raccolta fondi”, a molti sembra davvero possibile, nonostante servano, ovviamente, non solo robusti investimenti ma anche investitori e un sicuro business plan. Insomma, nulla di così facile, anzi.


In questo articolo: