Covid, tutti i malati della Sardegna ricoverati a Cagliari: “49, solo 9 hanno il vaccino”

I positivi al virus tutti al Binaghi, vuoti gli altri ospedali. Un dato importante che può fare restare l’Isola bianca, l’avviso di Marracini: “I contagiati giovani e 50enni, vaccinazioni fondamentali per evitare guai”.

La sorpresa arriva a metà luglio 2021. Tutti i malati di Covid della Sardegna sono ricoverati in un unico ospedale, il Binaghi di Cagliari. La pressione nelle altre strutture è praticamente azzerata: se la situazione non precipiterà nei prossimi giorni e se il Governo manterrà la promessa di rivedere i criteri con i quali si assegnano i colori alle Regioni, significa che l’ombra gialla sulla Sardegna è destinata a svanire. 49 persone in ospedale, quattro (non vaccinati) in terapia intensiva. Eccoli, i numeri confermati dal direttore sanitario dell’ormai unico Covid hospital sardo, Sergio Marracini. Al Santissima Trinità la situazione è già tornata alla normalità da settimane.
E, tra i ricoverati al Binaghi, quasi tutti non sono vaccinati: “Solo cinque hanno la prima dose e 4 la doppia. Tutti gli altri sono scoperti”, afferma Marracini, “l’età media? Cinquant’anni, ma anche tre giovani tra i diciotto e 20 anni. È la prova ulteriore che ci si deve vaccinare per evitare guai. La pressione al Binaghi e negli altri ospedali è bassa, fortunatamente, ed eravamo comunque attrezzati a fronteggiare ogni tipo di emergenza”. Che, però, numeri alla mano, non c’è.


In questo articolo: