Coronavirus, cagliaritana multata mentre fa jogging: “Ma ero sotto casa mia”

Bloccata dagli agenti, scatta la sanzione da capogiro: “Stava facendo attività sportiva all’aperto”. Lei, Martina Biolchini, 38enne disoccupata, pubblica il video dell’intervento dei vigili su Facebook e tuona: “Ero massimo a centro metri da casa mia per una camminata, so che è permesso. Assurdo: farò ricorso”

La multa, staccata dagli agenti della polizia Locale di Olbia, parla chiaro: multata perchè non ha rispettato “l’ordinanza numero 17 del 04-04-20 della Regione Sardegna”, per la precisione il seguente punto: “Svolgeva attività ludica, ricreativa, sportiva e motoria all’aperto o in altri luoghi aperti al pubblico”. Totale da pagare: 533 euro, ridotti a 280 se il pagamento avverrà entro i prossimi trenta giorni. Ma Martina Biolchini, 38enne cagliaritana residente a Olbia, di pagare, non ne ha minimamente l’intenzione: la donna ha pubblicato sul suo profilo Facebook il video, lungo oltre tre minuti, del suo “incontro” con la pattuglia. Quando i vigili le hanno consegnato il verbale, si è rifiutato di firmarlo. Come mai? Stando al foglio degli agenti, la donna è stata controllata in via Isola Bianca, ieri, alle 12.35, vicino al numero civico 6: “Vicinissimo alla mia abitazione in via Isola di Mezzo, e stavo passeggiando. Ho controllato con Google Maps, mi sono spostata di circa cento metri e so che è permesso uscire da casa per camminare rimanendo entro i duecento metri”, spiega la donna, che ha contattato la nostra redazione. “Stavo facendo solo una camminata, ero vestita con una canotta, pantaloncini e un paio di scarpe sportive”.

Agli agenti che, nonostante le sue spiegazioni, l’hanno sanzionata, ha spiegato che “sono sotto casa mia”. Quattro parole, messe a verbale nel foglio che porta la firma dei due poliziotti. “Sono sbalordita, non intendo proprio pagare nulla. Avevo letto che le passeggiate entro i duecento metri da casa sono consentite, basta che si sia da soli. Gli agenti non hanno voluto sentire nessuna ragione, ho messo il video del loro intervento su Facebook perchè voglio tutelarmi”, afferma. In effetti, però, il rischio adesso è che possa beccarsi un’altra denuncia, come è avvenuto qualche giorno fa nei confronti di un uomo di 42 anni che aveva ripreso gli agenti al lavoro fuori dal mercato pirrese di Is Bingias. Ma la Biolchini tira dritto: “Ho già contattato la mia avvocatessa, Diana Bandinu: impugneremo la multa e faremo ricorso, è ingiusta”.


In questo articolo: