Cigarini e Sau illuminano la Sardegna Arena: il Cagliari abbatte la Spal

Grande festa rossoblù, tre punti preziosissimi in cassaforte. Una rete per tempo è sufficiente per superare gli emiliani. E la classifica, adesso, fa decisamente meno paura

Il Cagliari supera la Spal con un gol per tempo, e per novanta minuti i tifosi della Sardegna Arena rivedono una squadra compatta, decisa e senza pietà. Gli emiliani danno solo qualche grattacapo alla difesa rossoblù, ma le occasioni più ghiotte sono tutte per i sardi. Al minuto 33 il primo gol: Cigarini si inventa uno di quei tiri che definire perfetti è poco. Grande, preciso e potente tiro da fuori, il pallone scheggia il palo e si infila in fondo alla rete. La gara si sblocca, e il secondo tempo è poco più che una passeggiata.

Con il raddoppio nell’aria – al 64esimo Joao Pedro si vede annullare una rete dal Var – il 2-0 arriva al minuto 78 con Sau. L’arbitro Massa fischia la fine del match, il Cagliari respira e si porta a quota ventiquattro punti. Dietro, a lottare nelle sabbie mobili della zona retrocessione, ci sono sette squadre. La classifica sorride ai ragazzi di Diego Lopez, che ritornano alla vittoria in casa dopo tre mesi esatti.