“Quel carabiniere è meridionale, con lui non parlo”: ragazza sarda denunciata per razzismo

L’episodio ad Arezzo. Non appena sentita l’inflessione dialettale ha chiesto insistentemente di parlare con qualsiasi altro militare purché non lui. E’ stata denunciata per minaccia a pubblico ufficiale con l’aggravante della discriminazione razziale

I Carabinieri della Stazione Pieve Santo Stefano hanno denunciato una donna di 32 anni di origini sarde e residente a Pieve Santo Stefano che  si è presentata nella caserma dei Carabinieri del luogo. Non appena sentita l’inflessione dialettale, tipica meridionale, del militare di servizio chiedeva insistentemente di parlare con qualsiasi altro militare purché non lui. Rintracciata  e identificata  nei due giorni successivi, è stata denunciata per minaccia a pubblico ufficiale con l’aggravante della discriminazione razziale

La notizia completa su https://www.lanazione.it/arezzo/cronaca/il-carabiniere-%C3%A8-meridionale-ragazza-va-in-caserma-ma-si-rifiuta-di-parlare-con-lui-1.4850840


In questo articolo: