Cagliari,la Procura apre un’inchiesta per la morte di Viktor Pistotnik

L’allenatore sloveno di serie A, noto per i suoi trascorsi nella pallamano isolana è morto dopo un malore durante un esame Tac all’ospedale di Isili. La procura ha perto un fascicolo per omicidio colposo.

Omicidio colposo. La Procura di Cagliari ha aperto un fascicolo in seguito alla misteriosa morta di Viktor Pistotnik, 68 anni, ex allenatore sloveno di serie A, noto per i suoi gloriosi trascorsi nella pallamano isolana tra gli anni ’90 e ‘00. L’uomo, colpito sabato scorso da un malore durante un esame Tac con liquido di contrasto nel reparto di Radiologia dell’ospedale di Isili, è stato trasferito d’urgenza all’ospedale Marino di Cagliari, dove poco dopo ne è stato accertato il decesso.

La vicenda dai contorni poco chiari, ha spinto la famiglia a rivolgersi ad un avvocato per cercare di fare luce su quello che ad oggi appare essere un mistero. Ora la palla passa alla procura, la quale dovrà accertare le ragioni del decesso. Domani mattina il sostituto procuratore Marco Cocco nominerà il medico legale che dovrà effettuare l’autopsia. L’ipotesi sarebbe quella di una colpa medica, ma nessuno dei sanitari risulta per ora iscritto nel registro degli indagati.

Viki Pistotnik è stato per lungo tempo una delle bandiere della pallamano giovanile italiana: diversi gli atleti da lui formati negli anni Novanta che sono diventati poi titolari nella Nazionale maggiore.