Cagliari, doppia svolta a Santa Gilla: “Decathlon prima dell’estate e lavoratori Auchan salvi”

Il colosso francese aperto prima dell’estate e solo un mese di lavori prima dell’apertura del nuovo ipermercato Conad: “Operativi prima di Pasqua, riassorbiremo tutti i lavoratori Auchan entro due anni”. Tutte le novità

Un piano industriale ad hoc per “salvare” i circa duecento dipendenti di Auchan e, con il sì dell’Antitrust, strada definitivamente spianata per l’arrivo di Decathlon. Sono queste le due grosse novità che riguardano la Città Mercato di Santa Gilla del futuro. Un futuro, nei fatti, non troppo lontano: via ai lavori di ristrutturazione e addio Auchan dal due marzo prossimo. “Contiamo di metterci anche meno di un mese e mezzo”, spiega il direttore di Conad del Tirreno Michele Orlandi. “Vogliamo assolutamente essere operativi prima di Pasqua, e il punto vendita avrà un nome tutto nuovo: Spazio Conad”. Insomma, l’uccellino francese ormai è pronto a spiccare il volo e salutare per sempre la laguna, per lasciare spazio alla margherita cento per cento italiana. L’Antitrust si deve però ancora esprimere. Orlandi, sul punto, si dice “più che fiducioso che, per Santa Gilla, arrivera il sì. Così sarà anche possibile chiudere per l’arrivo di Decathlon”, che andrà ad occupare le migliaia di nuovi metri quadri accanto al Conad “prima dell’estate, un periodo dell’anno dove gli acquisti sono elevati. Aprirà molto probabilmente entro maggio, per farsi trovare pronta”. E i tanti commessi e cassieri di Auchan? “Faremo un serio piano industriale per riassorbirli, dopo i due anni della cassa integrazione, in altri due punti vendita che apriremo nell’hinterland di Cagliari”, annuncia Orlandi, “daremo a tutti la possibilità di farlo, ovviamente a chi rinuncerà di usufruire degli incentivi all’esodo”.
Insomma, due novità che fanno ben sperare. I sindacati, comunque, tengono i fari ben accesi soprattutto sul periodo di chiusura dell’ipermercato: “Speriamo che i lavori durino davvero un mese e mezzo massimo”, afferma Nella Milazzo della Cgil, “il calo degli affari per i negozi della galleria c’è già da qualche mese”. Giuseppe Atzori della Cisl osserva anche che “l’ipermercato traina molti cagliaritani e sardi, durante i lavori la direzione della Città Mercato dovrà organizzare eventi e coinvolgere artisti e cantanti per far continuare a venire le famiglie”.

In questo articolo: