Cagliari, ruba borse di marca: preso dopo una rocambolesca fuga

Spettacolare inseguimento nella notte in viale Regina Margherita


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Ruba borse di marca in un negozio, viene arrestato nella notte dalla Polizia dopo una lunga e rocambolesca fuga a Cagliari. Si tratta di Antonio Masala,  41enne residente a Quartu.  

Intorno alle 2, un equipaggio della Squadra Volante, nel transitare in via Regina Margherita all’angolo con la via Roma ha notato un’autovettura Fiat Panda con due giovani a bordo che, proveniente dalla via XX settembre, imboccava la via Roma a fortissima velocità.

Gli Agenti, insospettiti dalla manovra, si sono avvicinati al mezzo attivando i segnali di emergenza ed invitando più volte il conducente a fermarsi. 

Quest’ultimo, ignorando le richieste fatte più volte dagli Agenti, ha invece accelerato la marcia dando vita ad una rocambolesca fuga che si è protratta lungo tutta la via Roma, per poi proseguire sino a raggiungere via Montegrappa.

Con una manovra evasiva il conducente ha inserito la retromarcia al fine di garantirsi la fuga e provocare l’uscita di strada della pattuglia che lo inseguiva, speronandola violentemente. Guadagnata ulteriore strada, l’autovettura ha imboccato a forte velocità via San Michele e le vie limitrofe sino a raggiungere via Fontana Raminosa dove, dopo aver urtato il marciapiede, l’auto ha perso aderenza andando a collidere violentemente contro un muro di cinta e terminando così la corsa. 

Il conducente dell’auto, M.G.  trentenne cagliaritano, è sceso dal mezzo scavalcando una recinzione e facendo perdere le proprie tracce. 

Il passeggero, identificato in Antonio Masala, si è dato a precipitosa fuga in direzione di via Nebida dove, dopo un breve inseguimento a piedi, è stato bloccato anche grazie all’ausilio di un altro equipaggio giunto sul posto, dopo che lo stesso aveva ingaggiato un’animata e violenta colluttazione con un operatore al fine di sottrarsi all’arresto. 

All’interno dell’auto, risultata intestata a M.G., sono stati rinvenuti 5 sacchi di plastica e due grandi valigie ricolme di scarpe, borse ed altri elementi di pelletteria di una marca prestigiosa, unitamente ad un borsello contenente, custoditi in un portafoglio in pelle, la carta d’identità intestata al complice, 90 euro in banconote di vario taglio ed un telefono cellulare.

Tutta la merce rinvenuta nell’auto era appena stata trafugata da un negozio sito in via Garibaldi. 

Gli accertamenti effettuati hanno evidenziato che il valore commerciale della merce rinvenuta è di circa venticinquemila euro.


In questo articolo: