Cagliari, rapina alla “Rinascente”: 10 giorni di prognosi per la responsabile del centro commerciale

La donna è stata spintonata dal ladro. Accompagnata all’ospedale Brotzu di Cagliari, ne avrà per una decina di giorni. Il rapinatore è stato arrestato.

Cagliari, rapina alla “Rinascente”: 10 giorni di prognosi per la responsabile del centro commerciale.

E’ accaduto ieri alle 19. I carabinieri della Stazione di “Stampace” hanno tratto in arresto per rapina impropria un 41enne di Carbonia già gravato da precedenti denunce. Dopo aver a lungo gironzolato all’interno del centro commerciale “La Rinascente” di via Roma, l’uomo si è impossessato di alcuni capi di abbigliamento, per un valore complessivo di 643 euro, dai quali ha fatto saltare con una tenaglia i dispositivi antitaccheggio. Gli oggetti, infilati sotto il giubbotto, non avrebbero così tradito la sua azione delittuosa. A quel punto l’uomo ha varcato la barriera delle casse senza pagare il corrispettivo. Un addetto alla sicurezza si è reso conto di quanto stesse accadendo e ha raggiunto il cliente. A questo punto il 41enne ha spintonato la responsabile del negozio pur di assicurarsi la refurtiva e l’impunità, ma è stato raggiunto dall’addetto alla sicurezza e da un suo collega che lo hanno intercettato e bloccato a terra sulla via Roma, dove nel frattempo è arrivata anche la pattuglia dei carabinieri. I militari hanno anche trovato e sequestrato la tenaglia utilizzata per forzare le placche di plastica apposte agli indumenti in vendita. La donna è stata refertata al pronto soccorso dell’ospedale Brotzu con dieci giorni di prognosi, conseguenti alla caduta e allo strattonamento subito. Sull’uomo grava ora un’imputazione per rapina impropria.


In questo articolo: