Cagliari negli anni ’60 tra dischi volanti a Monte Urpinu e cronaca nera: ecco il libro di Antonello Deidda

Casteddusicsti”, la Zattera editore, il nuovo libro di Antonello Deidda sarà presentato giovedì 14 alle ore 18 a palazzo Siotto in via dei Genovesi 114. Basato su storie vere, il libro ripercorre quattro anni di vita cagliaritana, dal 1966 alla fine del 1969

“Casteddusicsti”, la Zattera editore, il nuovo libro di Antonello Deidda sarà presentato giovedì 14 alle ore 18 a palazzo Siotto in via dei Genovesi 114. Basato su storie vere, il libro ripercorre quattro anni di vita cagliaritana, dal 1966 alla fine del 1969. Nei diversi capitoli si parla di cronaca nera (l’omicidio di Gianni Picciau, il sequestro Mannatzu) ma anche di altre storie. I dischi volanti sopra Monte Urpinu o il 67, un numero che manca sulla ruota di Cagliari per 137 settimane. C’è il sessantotto, i filo cinesi e Sant’Elia, inteso come rione dimenticato. Personaggi come Reginato o Tonino Puddu. E tanto dialetto cagliaritano… Una lettura che scorre veloce per 320 pagine e con la prefazione di Nino Nonnis.