Cagliari, lotta ai malviventi in piazza Carmine: colletta tra i negozianti per le telecamere

Un gruppo di negozianti si è organizzato dopo gli ultimi episodi. Pagheranno soltanto l’installazione e faranno una colletta per acquistare un videoregistratore unico in modo da ridurre le spese. Le immagini saranno poi messe a disposizione delle forze dell’ordine

Si quotano e mettono le telecamere. I commercianti di piazza del Carmine in guardia dopo gli ultimi episodi hanno deciso di fare una colletta per installare le telecamere all’esterno dei negozi e ridurre le spese. “Per ora siamo in 6 tra piazza del Carmine e via Maddalena”, spiega Gildo, il titolare della pizzeria di via Maddalena, “ma contiamo sulle adesioni di altri commercianti della zona”.

I negozianti pagheranno soltanto l’installazione e faranno una colletta per acquistare un videoregistratore unico in modo da ridurre le spese. Le immagini saranno poi messe a disposizione delle forze dell’ordine, nella speranza che costituiscano da deterrente per i malintenzionati.

Impossibile chiedere al titolare della pizzeria cosa lo abbia spinto a prendere la decisione: “Meglio parlarne dal vivo”. Probabile che il continuo viavai di sbandati (la zona è da tempo teatro di spaccio, risse e bivacchi) abbia disturbato il regolare svolgimento delle attività a Stampace basso. E così ora i commercianti si stanno organizzando in autonomia.