Cagliari, lampioni rotti a sassate: vandali scatenati nel parco di Bonaria

Travi divelte e l’area archeologica è al buio. “Presto illumineremo nuovamente. Perché è anche questo il compito di chi deve provvedere dopo l’ennesima conta dei danni”

Lampioni rotti e travi divelte. Lo spettacolo è oggi indecente, sull’antica collina di Bonaria a Cagliari.

“Dispiace per questo gesto distruttivo è oltretutto insensato, messo in atto nel bel parco della necropoli romana, dove i lampioni sono stati presi a sassate (parrebbe così)”, dichiara Marcello Polastri, presidente della commissione comunale Sicurezza,

“Peccato che all’ordinaria amministrazione, che passa dalla pulizia dei cestini porta-rifiuti, alla cura del verde messa in atto dal comune di Cagliari e in particolare dall’assessorato al Verde Pubblico – Cultura, si contrapponga l’inciviltà, ecco i risultati dei fari rotti, e del legno rubato.

Dinnanzi a questo, anche il lavoro di manutenzione straordinaria infatti, nell’aver rimesso in sesto e costruito da zero, le passerelle di legno, lontani dalle attenzioni dei giornali, in umile silenzio, vede oggi emergere certe notizie negative. E allora concorderete se dirò che pertanto è necessario uno sforzo collettivo, una maggiore attenzione di tutti, ma tutti, sul nostro patrimonio archeologico e paesaggistico che ora si ritrova al buio. E che però presto illumineremo nuovamente. Perché è anche questo il compito di chi deve provvedere dopo l’ennesima conta dei danni. Ai danni di tutti”.

 


In questo articolo: