Cagliari, la proposta: “Un’area del cimitero di San Michele per i bambini mai nati”

Il camposanto cagliaritano potrebbe ospitare “il ‘Giardino degli Angeli’ dedicato ai feti dei bambini che, purtroppo, non sono mai nati. Si tratta di una questione di civiltà, il Comune può garantire il seppellimento gratuito”. La proposta è di Fratelli d’Italia

Un’area all’interno del cimitero cagliaritano di San Michele potrebbe presto ospitare “il Giardino degli Angeli”, vale a dire “poter seppellire i feti dei bambini mai nati”. La proposta è dell’intero centrodestra comunale, la prima firmataria è la consigliera di Fratelli d’Italia Stefania Loi. La mozione arriverà nelle prossime settimane tra i banchi del Comune, già “blindata” grazie alle firme di tutti i consiglieri che sostengono il sindaco Paolo Truzzu. “È già realtà in altre città italiane, da Roma ad alcune del Veneto. Solo in Sardegna non ce n’è ancora uno”, spiega la Loi, “mi sembra che si tratti pienamente di un segno di civiltà, da sempre l’uomo desidere seppellire i propri morti. C’è anche una questione legata all’elaborazione del lutto prenatale, tante madri ne hanno bisogno. Magari hanno dovuto abortire, o in modo spontaneo o in modo procurato, ma il dolore rimane comunque. I feti andranno dentro delle cassettine, sinora vengono smaltiti come rifiuti speciali”, afferma la consigliera, contattata da Casteddu Online.

 

La proposta deve ancora superare il voto dell’Aula: “Chiedo anche ai colleghi dell’opposizione di votarla, perchè qui non ci sono in gioco colori politici, poter piangere i propri cari è un tema trasversale”, osserva la Loi. Gli uffici, a votazione positiva avvenuta, dovranno poi definire tutti i dettagli tecnici: “Vorrei che il Comune riuscisse a garantire ai cagliaritani che sceglieranno di seppellire i bimbi mai nati la gratuità del servizio, sarebbe davvero importante”.


In questo articolo: