Cagliari, flash mob di Emanuela Corda all’Anfiteatro romano: “Un immondezzaio, e adesso chi paga?”

Sul sito archeologico, abbandonato da anni e diventato una vergognosa discarica a cielo aperto durante la legislatura di Truzzu, si concentrano le attenzioni della candidata sindaco con Alternativa.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Flash mob di Emanuela Corda all’Anfiteatro romano di Cagliari. Stamattina la candidata sindaco con la lista ALTERNATIVA ha mostrato di fronte il sito archeologico in viale Sant’Ignazio uno striscione con la scritta “Da prezioso monumento storico ad immondezzaio. E adesso chi paga?”.

Siamo qui all’Anfiteatro romano di Cagliari per denunciare una situazione vergognosa, ossia che uno dei monumenti più importanti della nostra città sia completamente non fruibile al pubblico, perché è stato abbandonato da più un decennio di incuria e di mala politica. Qui ci sono responsabilità forti e chi ha sbagliato non può proporsi come risolutore ‘di tutte le cose’”, dichiara Corda in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook. “Questa è una denuncia forte che parte da qui, ma continueremo in tutta la città, perché di queste vergogne ce ne sono ancora tantissime da mostrare”.


In questo articolo: