Cagliari, l’Emerson maxi-stabilimento dal mare alla passeggiata: il caso in aula

Petrucci interroga la Ghirra: “L’ Emerson ha occupato con proprie attrezzature uno spazio fisico che va dal bagnasciuga fino alla nuova passeggiata pedonale senza soluzione di continuità”. Chiede “se l’area corrisponda a quella assegnatagli dal pul”

Un maxi stabilimento che va dalla bagnasciuga fino alla nuova passeggiata del lungomare. Il consiglio comunale si occupa dell’Emerson, uno degli stabilimenti più noti del Poetto. A chiedere lumi sulla concessione è il consigliere comunale Filippo Petrucci, Rossomori.

Il consigliere ricorda che tutte le attività che operano nella spiaggia del Poetto, in virtù del Pul (piano di utilizzo dei litorali) di Cagliari approvato nel 2014, hanno ricostruito i baretti (demoliti nel 2012 perché abusivi), dopo aver rivisto anche le concessioni, gli spazi cioè occupati sull’arenile.

L’Emerson fu costruito nel 2006 in base al regolamento vigente. Nel 2012 cadranno tutti i chioschetti della spiaggia tranne uno che riesce a rimanere in piedi: è l’Emerson. Grazie a qualche falla nelle carte dell’amministrazione e a una causa promossa ai giudici amministrativi che si trascina per anni lungo tutti i gradi di giudizio (Tar, Consiglio di Stato fino alla Cassazione) lo stabilimento rimane in piedi e operativo per tutte le stagioni balneari successive. Ma solo fino alla metà del settembre scorso, quando arriva la sentenza definitiva della Cassazione e anche l’Emerson va giù. Riaprirà quest’estate

Ma oggi lo stabilimento torna a far discutere in consiglio comunale: il dibattito è sulla concessione. Petrucci, in un’interrogazione rivolta al sindaco e all’assessora all’Urbanistica Francesca Ghirra, scrive che “lo stabilimento Emerson ha occupato con proprie attrezzature uno spazio fisico che va dal bagnasciuga fino alla nuova passeggiata pedonale senza soluzione di continuità” e chiede “se lo spazio corrisponda a quello assegnatogli dal pul e se, in caso contrario, si intende intervenire affinché i titolari si adeguino alle regole stabilite dal Pul”.

 


In questo articolo: