Cagliari, decine di operatori di call center stremati: “Lavorano in subappalto con stipendi in ritardo di un mese”

Lavoratori e lavoratrici alla canna del gas. L’azienda ha già perso Inferflora e Solo, restano solo Energit e Stroili: “L’azienda non risponde più a email o telefonate, un atteggiamento vergognoso”.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

È inaccettabile l’ennesimo ritardo di oltre un mese nel pagamento dello stipendio dei trenta lavoratori e lavoratrici di Liar Tel, il call center cagliaritano che da marzo dell’anno scorso lavora in subappalto le commesse affidate a Meglio Questo (Energit e Stroili Oro).

La denuncia è dei segretari Slc Cgil e Uilcom Uil regionali Alessandro Randaccio e Marianna Stara, che già da mesi portano avanti la vertenza contro i continui ritardi dell’azienda: “Siamo davanti a un atteggiamento vergognoso peggiorato dall’assenza totale di risposte da parte della direzione aziendale, che non risponde più né alle e-mail né alle telefonate”.

Da due mesi inoltre, la Liar Tel ha perso gli appalti di Eolo e Interflora: “Lo stato di dismissione da parte dell’azienda è evidente – concludono i segretari Slc e Uilcom –  ci rivolgiamo ai committenti perché si trovi una strada che garantisca la continuità occupazionale a tutte le lavoratrici e lavoratori che da anni garantiscono i diversi servizi con grande professionalità”.


In questo articolo: