Cagliari, coppia di disabili “intrappolata” in casa con le fogne che “saltano”: “Aiutateci”

Una situazione da terzo mondo quella raccontata ai microfoni di Radio Casteddu da Anna Maria Porceddu, 61 anni, invalida. Vive nelle case popolari nel Borgo sant’Elia dove le fogne non funzionano: non possono usare gli scarichi, non possono permettersi di pagare un autospurgo: “Viviamo con meno di 60 euro al mese, non riusciamo a pagarlo. Abbiamo segnalato al comune, non sappiamo più cosa fare. Aiutateci”

Una coppia di disabili intrappolati in casa, con le fogne che saltano. La situazione da terzo mondo la racconta ai microfoni di Radio Casteddu, Anna Maria Porceddu, disabile al cento per cento, costretta sulla sedia a rotelle, che vive con il marito anche lui invalido, nelle case popolari del comune, nel Borgo Sant’Elia.

“E’ dal mese di aprile che segnalo al Comune questa situazione, abbiamo un pozzetto in casa che è esploso. Non possiamo usare scarichi. Ho pubblicato le foto, mi sono rivolta agli uffici, mi hanno detto che avrei dovuto chiamare l’autospurgo che costa 300 euro. Noi non abbiamo questi soldi, viviamo con meno di 600 euro al mese. Dicono che non possono intervenire perchè il pozzetto è dentro casa. Non possiamo usare la doccia,  dobbiamo lavarci i capelli nel lavandino. Usiamo la mascherina in casa per la puzza. Non possiamo più vivere così. Non so più cosa fare, non so più a chi rivolgermi. Aiutatemi, sono disperata”.