Cagliari, asfaltare non è governare: le transenne dominano a lungo di fronte alla villa Tigellio

“Ma che importa al Sindaco e al Sovrintendente, di chiunque sia la competenza e la responsabilità ? E’, comunque, drammaticamente vero : asfaltare non è governare !!!”

Anche all’inizio di Vico Tigellio, proprio di fronte alla “mitica Villa” romana, alcuni, molti mesi fa c’è stato un ” crollo strutturale “, come vengono definite le buche profonde che si creano improvvisamente nell’asfalto della nostra Città. C’è stata subito, per la verità, una corsa a due, Comune e Sovrintendenza, per scoprirne le cause e per vedere cosa c’era sotto. Sono arrivati anche gli speleologi, attrezzati di tutto punto e sono scesi nelle viscere della terra. Avrebbero trovato le tracce di una antica fognatura di quel florido periodo dell’antica Roma. Fatta la scoperta, è stato messo in sicurezza il sito coprendolo con un lastrone di ferro, circondandolo da una quindicina di transenne.

A domanda, alcuni tecnici presenti sul posto, hanno risposto che sarà il Comune ad doversi interessare del ripristino dell’asfalto, previa messa in sicurezza del sottosuolo. Tutto è rimasto così, ormai da oltre sei mesi, drammaticamente abbandonato, pur trovandoci in pieno centro storico. Per completare la certezza dell’abbandono, fanno compagnia alle transenne due piantane segnaletiche relative ad un precedente intervento di emergenza con ben evidente la data : febbraio 2018. Mentre i segnali luminosi, sono spenti e inservibili. Qui, in Via Tigellio, non passa evidentemente nessuno degli Amministratori e dei Tecnici comunali, solo i vigili per sanzionare e l’autogrù per rimuovere auto mal parcheggiate. Ma che importa al Sindaco e al Sovrintendente, di chiunque sia la competenza e la responsabilità ? E’, comunque, drammaticamente vero : asfaltare non è governare !!! Marcello Roberto Marchi


In questo articolo: