Cagliari: ai domiciliari per furto, evadono dopo un’ora e commettono lo stesso reato

Arrestati e ai domiciliari evadono per commettere lo stesso reato

Arrestati e ai domiciliari evadono per commettere lo stesso reato.

Questa mattina i carabinieri della stazione di Stampace hanno denunciato i due giovani pregiudicati cagliaritani arrestati nella notte del 6 marzo scorso poiché colti in flagranza di furto aggravato in concorso ai danni dei distributori automatici del punto vendita self-service h24 di via Mameli “Vendig Solution”, dai quali, causando un danno di circa 2000 euro, volevano asportare le monete raccolte dalle macchinette.

Arrestati e tradotti presso le proprie abitazioni in regime di arresti domiciliari, Pierpaolo Ganna, e Giorgia Melis, sono stati individuati, grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza, presso il punto vendita “Bastione Antichità” di via Università, dove, sempre con le stesse modalità, dopo solo un’ora dall’arresto, evasi dai domiciliari, hanno compiuto un furto di 400 euro in monete, causando un danno di circa 5000 euro.


In questo articolo: